Benvenuti!

Casajack è un b&b a 20 km dall'aeroporto di Napoli e a 30 minuti di auto dalla stazione Napoli Centrale.

Giardino e terrazzo

Il giardino e il terrazzo si affacciano sul golfo di Pozzuoli – luogo ideale per studiare, lavorare o semplicemente leggere un libro.

Camera

La camera è arredata con letto matrimoniale, guardaroba, bagno con doccia, riscaldamento e aria condizionata, wifi.

Chi siamo

Lavoriamo da casa e siamo a tua disposizione se hai domande o vuoi fare due chiacchiere – saremo ben lieti di darti tutte le informazioni che desideri!

A tua disposizione...

Se sei appassionato di archeologia, immersioni subacquee, vela, escursioni, spettacoli, shopping – l'elenco è infinito! – troverai tutto a pochi passi o facilmente raggiungibile in auto, taxi o trasporti pubblici. Il parcheggio è gratuito.

L'Anfiteatro Flavio e lo splendido Rione Terra sono a pochi minuti a piedi e dal vicinissimo porto è possibile raggiungere Ischia o Procida e rientrare in serata. Gli aliscafi e i traghetti per Capri partono da Napoli, raggiungibile in pochi minuti dalla stazione della metropolitana, a 700 metri.

Pozzuoli

Anfiteatro Flavio

L'Anfiteatro Flavio è il terzo più grande anfiteatro romano d'Italia. Solo il Colosseo di Roma e l'anfitetaro di Capua sono più grandi. Fu probabilmente costruito dagli stessi architetti che costruirono in precedenza il Colosseo romano.

45 min

500 m.

Facile

Ti piacerà anche sapere che...

Minor amphitheater, very near to the Flavian one, its remains were absorbed by other buildings, but some arches can be seen by Via Solfatara and Via Vigna. It is crossed by metropolitan railway and the arena is still buried

Pozzuoli

Terme di Pozzuoli, anche detto Tempio di Nettuno

Le Terme di Adriano sono i resti di un grande complesso termale che si affaccia su Corso Terracciano.

15mins

300 mt.

Facile

Ti piacerà anche sapere che...

Le Terme di Adriano comprendono anche il Ninfeo di Diana, parzialmente inglobato in palazzi.

Pozzuoli

Necropoli di via Celle

Un ricco complesso di tombe e mausolei, adiacente il vecchio tracciato di una strada romana ancora in uso al giorno d'oggi (Via Cupa Cigliano).

30 min.

250 m.

Facile

Ti piacerà anche sapere che...

Pozzuoli, dopo Roma, è l'unica città in Italia, e forse nel mondo, che ospita un maestoso e imponente complesso di mausolei, colombari e ipogei. La necropoli parte dall'odierna Via Celle e prosegue quasi fino a Quarto ai lati della Via Consolare Campana che da Puteoli portava a Capua.

Pozzuoli

Rione Terra

Rione Terra, il primo insediamento di Puteoli, in origine Dicearkia in greco. È una città a più livelli con diversi edifici romani; il più importante è il Tempio di Augusto (oggi Duomo di Pozzuoli).

120 min.

1,6 km

Facile

Ti piacerà anche sapere che...

Il Tempio di Augusto fu costruito da Lucio Calpurnio dal 27 a.C. al 14 d.C. sui resti di un podio di un tempio sannitico risalente al V secolo a.C. Il tempio fu trasformato in chiesa cristiana e dedicato al martire San Procolo. Le strutture romane dell'edificio, nascosto dalla ricostruzione barocca (1632-1647), semidistrutto da un incendio nella notte tra il 16 e il 17 maggio 1964, sono state portate alla luce.

themecube.net

Pozzuoli

Macellum

Il Macellum di Pozzuoli, noto anche come Tempio di Serapis o Serapeo, è considerato il simbolo della città. Il "tempio" era in realtà un mercato. Il suo nome deriva dall'errata interpretazione della sua funzione dopo che una statua del dio Serapis fu trovata nel 1750 in questa località.

30 min

1 km

Facile

Ti piacerà anche sapere che...

Il Macellum comprende tre maestose colonne in marmo cipollino, che mostrano l'erosione dei molluschi di Lithophaga quando, in precedenza, il livello del suolo era molto più basso a causa del Bradisismo e l'acqua di mare poteva entrare.

Baia

Città sommersa

Baia era una sorgente minerale e una località costiera sulla sponda nord-occidentale del Golfo di Napoli. Era di moda per secoli durante l'antichità, in particolare verso la fine della Repubblica romana, quando era considerata superiore a Pompei, Ercolano e Capri per i super-ricchi. In seguito fece parte del Porto Iulio, la base della flotta occidentale della Marina Imperiale Romana. Durante il Rinascimento era deserta e le sue rovine erano in gran parte sommerse dall'attività vulcanica locale.

60 min.

5,6 km

Esperto

Ti piacerà anche sapere che...

Baia era un luogo di grande ricchezza, ma l'opulenza nascondeva un lato oscuro. L'élite di Roma veniva qui per tramare e cospirare, e Baia fu lo scenario di uno dei più sinistri complotti dell'età romana. Baia ha svolto un ruolo fondamentale nell'impero romano. Poi, il disastro l'ha colpì. Metà della città affondò sotto le onde e rimase dimenticata per più di mille anni.

Pozzuoli

Solfatara

La Solfatara è un cratere vulcanico poco profondo, parte del complesso vulcanico dei Campi Flegrei. È un vulcano inattivo che emette ancora getti di vapore con fumi sulfurei. Il pavimento del cratere è una famosa attrazione turistica, in quanto ha molte fumarole e pozze di fango. L'area è ben nota per il suo bradisismo. I vapori sono stati usati per scopi medici fin dai tempi dei romani.

60 min.

2,4 km

Facile

Ti piacerà anche sapere che...

La Solfatara si è formata 3.700-3.900 anni fa. Già famosa durante l'epoca imperiale romana, Strabone, nel suo Strabonis geographica, la descrive come la dimora del dio Vulcano, ingresso per gli Inferi, chiamandola Forum Vulcani. Viene inoltre menzionata anche da Plinio il Vecchio come Fontes Leucogei per le acque alluminose e biancastre che sgorgano ancora oggi. Durante tale periodo iniziò una prima attività mineraria per l'estrazione di bianchetto, utilizzato come stucco, che poteva essere estratto dietro un pagamento di 20.000 sesterzi.

Pozzuoli

Lago Averno

Il Lago d'Averno è il luogo in cui Virgilio, nel sesto libro della sua Eneide, pose l'ingresso all'Inferno. Nelle vicinanze si trovano il Tempio di Apollo, la Grotta della Sibilla Cumana e la Grotta di Cocceio, una galleria scolpita dai Romani per collegare Lucrino a Cuma. È stata danneggiata durante la seconda guerra mondiale e non è più visitabile.

60 min.

5,6 km

Facile

Ti piacerà anche sapere che...

Il nome deriva dal greco e significa "senza uccelli", riferendosi all'assenza di uccelli a causa del gas di zolfo che ne scaturiva.

Napoli

Isola di Procida

Geologicamente Procida fu creata dall'eruzione di quattro vulcani, ora dormienti e sommersi. Alcuni oggetti achei del XVI-XV secolo a.C. sono stati trovati a Procida. Altre tracce sono state trovate anche a Vivara, un'isoletta al largo della costa sud-occidentale di Procida. I primi coloni greci storicamente attestati arrivano dall'Egeo a quest'isola durante l'8° secolo a.C., seguiti da altri greci provenienti dalla vicina Cuma.

1 giorno

900 m + traghetto

Facile

Ti piacerà anche sapere che...

L'isola è citata dal satirico romano, Giovenale, in Sat. 3, 5, come un luogo arido. Più tardi durante il dominio romano, Procida divenne una rinomata località turistica per la classe patrizia di Roma.

Napoli

Isola di Ischia

È la più grande delle isole flegree. L'industria principale di Ischia è il turismo, incentrato sulle terme che si rivolgono principalmente ai turisti europei (soprattutto tedeschi) e asiatici desiderosi di godersi i frutti dell'attività vulcanica naturale dell'isola, le sue sorgenti termali e il suo fango vulcanico.

1 giorno

900 m. + traghetto

Facile

Ti piacerà anche sapere che...

Virgilio si riferiva ad essa come Inarime e ancora più tardi come Arime. Martianus Capella adottò come Virgilio questo nome allusivo, che non fu mai in comune circolazione: i Romani la chiamavano Aenaria, i greci Pithekousai. (In)arime e Pithekousai sembrano entrambi derivare da parole che indicano "scimmia". Tuttavia, Plinio deriva il nome greco dai depositi di argilla ceramica locale, non da pithekos; spiega il nome latino Aenaria come collegato all'arrivo di Enea. Se in realtà l'isola era, come Gibilterra, sede di una popolazione di scimmie, esse erano già estinte in tempi storici, in quanto nessuna testimonianza è menzionata nelle fonti antiche.

Napoli

Isola di Capri

Capri è stata una località turistica sin dai tempi della Repubblica Romana. Alcune delle caratteristiche principali dell'isola sono le seguenti: la Marina Piccola (il porticciolo), il Belvedere di Tragara (una passeggiata panoramica alta fiancheggiata da ville), le falesie calcaree chiamate cataste di mare che sporgono sul mare (i Faraglioni) , la città di Anacapri, la Grotta Azzurra (Grotta Azzurra) e le rovine delle ville imperiali romane.

1 giorno

15 km + traghetto

Facile

Ti piacerà anche sapere che...

La città è stata abitata fin dai tempi antichi. La prova dell'insediamento umano fu scoperta durante l'epoca romana; secondo Svetonio, quando furono gettate le fondamenta della villa di Augusto, furono scoperte ossa giganti e "armi di pietra". L'imperatore ordinò che fossero esposte nel giardino della sua residenza principale, il Palazzo del Mare. Augusto sviluppò Capri; costruì templi, ville, acquedotti e giardini piantati per poter godere del suo paradiso privato. Il successore di Augusto, Tiberio, costruì una serie di ville a Capri, la più famosa delle quali è Villa Jovis, una delle ville romane meglio conservate d'Italia. Nel 27 d.C., Tiberio si trasferì definitivamente a Capri, dove gestì l'Impero fino alla sua morte nel 37 d.C.

Prezzi

È possibile organizzare cene private per 6/8 persone.

opinioni

  • Carmela Lina G.

    Napoli

    Un angolo di paradiso. Ogni volta un momento di serenità e spensieratezza. Gli host due persone incredibilmente attente, disponibili e discreti. Non potrei fare a meno della loro compagnia con amabili conversazioni nel loro giardino coperto.

  • Antonello P.

    Roma

    Massima ospitalità, vista mozzafiato e... sei subito a casa tua! Non vorresti mai andare via.

  • Rosamaria L.

    Napoli

    Ottima ospitalità da parte di due squisite persone. L'alloggio è particolarmente bello, fra vista sul mare, giardino, silenzio, comodità. Io ci sono stata sempre benissimo.

  • Marisa L.

    Napoli

    Prima di tutto persone splendide poi anche la casa e il panorama, splendidi!

  • Giorgio M.

    Varcaturo (NA)

    Ottima accoglienza e location mozzafiato. Un indirizzo da tenere in rubrica assolutamente.

  • Rosy C.

    Verona

    La mia preferita.

  • Biancamaria R.

    Bovino (FG)

    Più volte ospiti della splendida location, la consigliamo a quanti vogliano sentirsi "coccolati" e godere della simpatia dei gestori!

  • Susi P.

    Napoli

    Posto favoloso, ospitalità eccellente.

info@casajack.it